• quotidiani

    Quotidiani

    Quotidiani: Elenco dei più venduti e letti quotidiani italiani ed esteri. Edicola virtuale dove è possibile reperire le ultime notizie su: cronaca locale, cronaca nazionale, cronaca nera o rosa, politica, economia e finanza, sport, arte e spettacolo, meteo, salute e benessere, gossip, cinema e TV ed anche necrologi.

  • Riviste

    Riviste: Elenco delle più famose riviste italiane e straniere. Informazioni su riviste maschili, femminili, scientifiche, per ragazzi, giornali di moda, gossip o sportivi.

  • Fumetti

    Fumetti: Elenco dei più famosi e venduti fumetti e manga per bambini, ragazzi ed anche adulti. Informazioni generiche per ogni testata.

  • Agenzie di stampa

    Agenzie di stampa: Elenco delle più quotate agenzie di stampa nazionali ed internazionali. Tutte le informazioni su Ansa, Reuters, AGO, ADNKronos, AGI, Italpress.

  • Rassegna stampa

    Rassegna stampa: Le prime pagine dei più letti quotidiani italiani di cronaca e politica e la rassegna dei giornali sportivi.

  • Abbonamento giornali

    Abbonamenti giornali: Abbonamenti online a quotidiani e riviste ai prezzi più bassi del web!

la Repubblica in offerta: 1 mese 1€

repubblica-offerta

Corriere della Sera 1mese a 0,99€!

Corriere Digital Edition - Leggi Corriere della Sera su smartphone, tablet e PC.

corriere-della-sera-offerta

Quotidiani gratis -  Free Press

 

Dal boom allo splash nel giro di un paio di lustri. Perché proprio quando sembrava che il futuro dei media, almeno quelli cartacei, potesse essere nelle free press perché più snelle di un normale quotidiano, più ricche di notizie brevi, più comode da leggere e da portare in giro ma soprattutto gratis e quindi fruibili per tutti, è arrivata la crisi. Così se nel 2007 in Europa c’erano poco meno di 30 milioni di copie giornaliere di quotidiani gratuiti, nel 2013 le testate si erano ridotte da 140 a 75 con meno di 15 milioni di copie al giorno. Un caso che ha interessato pesantemente anche l’Italia che aveva vissuto un vero boom all’inizio del nuovo millennio ma che ha dovuto recedere perché la crisi economica ha tagliato drasticamente la pubblicità che era anche l’unica fonte di sostentamento per quelle testate. Un esempio su tutti di free press che hanno chiuso è City, quotidiano pubblicato cinque giorni alla settimana dal colosso Rcs.

 

 

Quotidiani gratuiti - free press

leggo-quotidiano metro-quotidiano

            Leggo                           metro

epolis-bari-quotidiano

       Epolis

 

Metro, più forte di tutto

In Italia però ci sono anche quelli che resistono. Come Metro, la cui versione nostrana è diretta derivazione del quotidiano free press nato nel 1995 in Svezia grazie al Modern Time Group e considerato a ragione il primo vero quotidiano gratuito a larghissima diffusione nel mondo. Nel nostro Paese è arrivato nel 2000 con sede centrale a Roma e successivamente l’apertura di un’altra redazione a Milano. Sono state e sono ancora le uniche due città italiane nelle quali viene distribuito, come dice la sua testata, direttamente nelle stazioni della metropolitana locale. Un gruppo di giornalisti piccolo ma combattivo, molte notizie mutuate dalle agenzie di stampa, ma anche una grande attenzione a temi cari agli italiani come il rispetto dell’ambiente e della green economy, oltre ad opinionisti di sicuro spessore  e richiamo per i lettori ne hanno fatto un vero punto di riferimento, tanto da essere l’unico a resistere stoicamente nel tempo.

 

 

La trasformazione di Leggo

Sulla scia di Metro in Italia era stato lanciato anche Leggo: stessa filosofia, ossia la distribuzione gratuita nelle stazioni della metropolitana ma anche in quelle ferroviarie, e ben dieci edizioni in tutta Italia, con redazioni create ad hoc e pagine che spaziavano su tutti gli argomenti, dalla politica alla cronaca nazionale, dallo spettacolo al gossip e allo sport con una ricca sezione dedicata alle notizie locali. Per una decina di anni il quotidiano del Gruppo Caltagirone (lo stesso ad esempi de Il Messaggero, Il Mattino e Il Gazzettino di Venezia) è andato benissimo, sino a quando però i conti economici hanno costretto ad un cambio di strategia. Sono chiusura state chiuse otto edizioni su dieci, lasciando la free press solo a Roma e Milano, ma in compenso è stato potenziato il sito internet, leggo.it, che va a compensare quanto perso. Sul sito è disponibile in versione PDF anche del formato cartaceo in download gratuito.

 

EPolis sopravvive solo a Bari

Diciannove edizioni in tutta Italia, compresi i principali capoluoghi come Milano, Torino, Venezia, Firenze, Bologna, Napoli e Palermo oltre a Cagliari e Sassari. Così era diventato in poco tempo E-Polis, fondato in Sardegna nel 2004 da Nicola Grauso e che arrivò a quasi 800 mila copie stampate e distribuite in tutta Italia. Nel 2010 però la free press ha chiuso le pubblicazioni tranne a Bari dove sopravvive tuttora con un nuovo editore (P.Q.S. - Periodici e Quotidiani del Sud) e una distribuzione gratuita cinque giorni alla settimana. Ha chiuso invece definitivamente DNews, nato da una costola di E-Polis e pubblicato da Mario Farina, lo stesso stampatore ed editore che ha in mano l’edizione italiana di Metro.

WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!