• quotidiani

    Quotidiani

    Quotidiani: Elenco dei più venduti e letti quotidiani italiani ed esteri. Edicola virtuale dove è possibile reperire le ultime notizie su: cronaca locale, cronaca nazionale, cronaca nera o rosa, politica, economia e finanza, sport, arte e spettacolo, meteo, salute e benessere, gossip, cinema e TV ed anche necrologi.

  • Riviste

    Riviste: Elenco delle più famose riviste italiane e straniere. Informazioni su riviste maschili, femminili, scientifiche, per ragazzi, giornali di moda, gossip o sportivi.

  • Fumetti

    Fumetti: Elenco dei più famosi e venduti fumetti e manga per bambini, ragazzi ed anche adulti. Informazioni generiche per ogni testata.

  • Agenzie di stampa

    Agenzie di stampa: Elenco delle più quotate agenzie di stampa nazionali ed internazionali. Tutte le informazioni su Ansa, Reuters, AGO, ADNKronos, AGI, Italpress.

  • Rassegna stampa

    Rassegna stampa: Le prime pagine dei più letti quotidiani italiani di cronaca e politica e la rassegna dei giornali sportivi.

  • Abbonamento giornali

    Abbonamenti giornali: Abbonamenti online a quotidiani e riviste ai prezzi più bassi del web!

Abbonamenti online a RIVISTE con prezzi fino a -70%

Sintesi normativa italiana sul gioco d’azzardo: Leggi, regole e come scommettere in maniera sicura

 

Il gioco d’azzardo ha cominciato il suo sviluppo all’interno dei confini italiani nel corso della prima metà del XVI secolo. In origine si poteva considerare come un’attività sostanzialmente correlata ai circoli che veniva frequentati da persone particolarmente ricche, che facevano parte del ceto nobiliare e intellettuale.

 

Negli anni, il gioco d’azzardo si è diffuso in misura sempre maggiore, prima di tutto attecchendo alla classe borghese, per poi diventare una vera e propria usanza anche tra i ceti più poveri.

 

 

Questo fenomeno, con il passare del tempo, ha assunto una rilevanza piuttosto notevole nella società in cui viviamo, anche per via delle conseguenze negative che possono insorgere per tutte quelle persone che sviluppano vera e propria dipendenza.

 

normativa-giochi-aams-dogane-monopoli

Nel corso degli ultimi anni, però, sono aumentate sempre di più le piattaforme online che offrono un livello di sicurezza e di affidabilità particolarmente alte, molto di più rispetto a quanto avveniva pochi anni fa. E, sempre grazie all’evoluzione tecnologica e alla diffusione sempre più importante del web e dei dispositivi mobile, ecco che pure l’esperienza di gioco è migliorata notevolmente, al punto tale che non ha più nulla da invidiare alle sale da gioco reali. Non è un caso che, ormai, giocare a poker italiano online è davvero semplice.

 

 

Come scommettere online in modo sicuro

Un primo fattore fondamentale è quello di fare riferimento sempre e comunque alla presenza del marchio ADM o AAMS, che è la prima vera e propria garanzia per poter considerare affidabile un certo casinò online. il fatto di aver ottenuto una simile certificazione, vuol dire che lo stesso portale opera in modo completamente rispettoso della normativa italiana in gioco d’azzardo, operando legalmente sul mercato italiano.

Non è certo l’unico aspetto da tenere in considerazione, visto che è necessario considerare ovviamente anche la qualità dell’esperienza di gioco che viene garantita, così come il servizio clienti e quanto sia facile contattarlo, senza dimenticare chiaramente i vari sistemi di pagamento che vengono supportati e l’adesione al progetto del gioco responsabile.

 

 

La legislazione nazionale italiana

normativa-giochi-italia

La normativa a livello nazionale che disciplina il gioco d’azzardo si può considerare particolarmente complessa, prima di tutto per via dei diversi livelli legislativi che sono coinvolti, tra cui l’Unione Europea, lo Stato, le Regioni e i Comuni, che in qualche occasione possono finire anche per sovrapporsi oppure per creare dei malintesi.

Dal punto di vista della normativa nazionale, è molto importante tenere in considerazione il decreto legge n. 158 del 2012, che è stato convertito con la legge n. 189 dello stesso anno, in cui vengono prese in considerazione diversi argomenti. Prima di tutto, va a regolare l’aggiornamento dei più importanti livelli di assistenza, specificando soprattutto le prestazioni legate alla prevenzione, alla cura e alla riabilitazione, in riferimento a tutte quelle persone che vengono colpite dalla ludopatia.

Proprio per poter mettere in atto questa legge, è arrivato l’ok all’attivazione del Piano d’azione nazionale. Il medesimo decreto comprende anche un gruppo di regole che servono alla regolamentazione e alla proibizione dei messaggi pubblicitari che si riferiscono ai giochi che presentano delle vincite in denaro che, complessivamente parlando, dovrebbe sempre riportare in maniera estremamente chiara la percentuale che si riferisce alla probabilità di vincere in quel particolare gioco.

Interessante anche l’introduzione di un Osservatorio che ha come fine ultimo l’analisi e la valutazione delle misure maggiormente efficaci per combattere il gioco d’azzardo patologico.

Nel 2005, è stata emanata la legge n. 266 che riguarda la normativa generale sulle concessioni, che ha attribuito all’AAMS la regolamentazione dell’intero settore, così come l’inibizione di tutte quelle piattaforme web che non sono dotati delle autorizzazioni che sono previste dalla legge stessa oppure che mettono in atto una serie di attività che sono contrarie rispetto a quanto previsto dalla medesima disciplina.

Un altro intervento decisamente più complesso corrisponde al decreto Balduzzi, ovvero il decreto legge n. 158 del 2012, mentre il progetto di riordino del settore si riferisce alla legge n. 190 del 2014, in cui è prevista anche una disciplina transitoria in tema di giochi pubblici.

La legge di stabilità che si riferisce al 2016, ovvero la legge n. 208 del 2015, all’inizio era focalizzata solamente su una modificata del prelievo fiscale e su ulteriori concessioni per quanto riguarda le sale da gioco, per poi aggiungere nuove norme che vanno a punire l’utilizzo di quelli che vengono definiti totem, dando il via ad un processo di contenimento e limitazione del numero complessivo di slot machine.

Diverse altre misure legate più che altro all’ambito della tassazione sono comprese all’interno del decreto legge n. 50 del 2017, in cui è stato previsto un nuovo incremento del prelievo erariale unico, sia in riferimento alle slot machine che su tutte quelle vincite che si riferiscono ad altri tipi di gioco. Infine, l’ultimo intervento normativo corrisponde al decreto legge n. 87 del 2018, che è stato poi convertito con la legge n. 96 del 2018, in cui è stato approvato il divieto completo di pubblicità legato ai giochi d’azzardo.

 

 

Le legislazioni regionali

leggi-italiane-roulette-giochi

Complessivamente, bisogna mettere in evidenza come le leggi regionali che si riferiscono al gioco d’azzardo hanno regolato degli aspetti ben precisi. Prima di tutto, stabilire le distanze minime che devono rispettate tra i vari locali dedicati al gioco e dei luoghi che vengono definiti di aggregazione “sensibili”, come ad esempio le scuole, piuttosto che i luoghi di culto.

Un altro ambito su cui sono intervenute le legislazioni regionali è quello di stabilire i “territori” di competenza di Comuni e aziende sanitarie in riferimento alla realizzazione di campagne dedicate all’informazione e all’educazione in merito a tutti quei pericoli che sono causati da parte della dipendenza da gioco.

Le legislazioni regionali sono intervenute anche per la diminuzione dell’Irap per tutti quegli esercizi commerciali che si occupano di disinstallare completamente i vari apparecchi da gioco. Diverse norme si riferiscono anche all’istituzione delle limitazioni nei confronti della pubblicità delle sale da gioco in cui vengono erogati dei premi in denaro, senza dimenticare l’istituzione di appositi osservatori regionali che riguardano le dipendenze legate al gioco d’azzardo.