• quotidiani

    Quotidiani

    Quotidiani: Elenco dei più venduti e letti quotidiani italiani ed esteri. Edicola virtuale dove è possibile reperire le ultime notizie su: cronaca locale, cronaca nazionale, cronaca nera o rosa, politica, economia e finanza, sport, arte e spettacolo, meteo, salute e benessere, gossip, cinema e TV ed anche necrologi.

  • Riviste

    Riviste: Elenco delle più famose riviste italiane e straniere. Informazioni su riviste maschili, femminili, scientifiche, per ragazzi, giornali di moda, gossip o sportivi.

  • Fumetti

    Fumetti: Elenco dei più famosi e venduti fumetti e manga per bambini, ragazzi ed anche adulti. Informazioni generiche per ogni testata.

  • Agenzie di stampa

    Agenzie di stampa: Elenco delle più quotate agenzie di stampa nazionali ed internazionali. Tutte le informazioni su Ansa, Reuters, AGO, ADNKronos, AGI, Italpress.

  • Rassegna stampa

    Rassegna stampa: Le prime pagine dei più letti quotidiani italiani di cronaca e politica e la rassegna dei giornali sportivi.

  • Abbonamento giornali

    Abbonamenti giornali: Abbonamenti online a quotidiani e riviste ai prezzi più bassi del web!

Abbonamenti online a RIVISTE con prezzi fino a -70%

Certificazione SOA: cos'è a cosa serve, la guida

 

Con l’acronimo SOA, si suole indicare le Società Organismi di Attestazione, ovvero organismi di diritto privato di solito costituite in S.p.A. e con un capitale minimo di un milione di euro. Il loro scopo, sulla falsariga della legge vigente (ovvero il D.L. 90/2014) e grazie alle autorizzazioni loro riconosciute dall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici, è quello di accertare la conformità dei requisiti posseduti da quei soggetti che hanno deciso di impegnarsi nel settore dei lavori pubblici.

 

I requisiti cui si fa riferimento sono quelli previamente indicati nelle disposizioni comunitarie in materia di qualificazione dei soggetti esecutori di lavori pubblici, racchiusi poi nel d.p.r n.35 del 25 gennaio 2000.

 

 

Cos’è l’Attestazione SOA?

certificazione-soa-guida

Per certificazione (o attestazione) SOA si intende un documento rilasciato da queste società al cui interno vi è il riconoscimento dei requisiti suddetti, ai sensi della Legge 109/1994, poi sostituita dal D.L. 12 aprile 2006, n.163 (denominato “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture” che ha recepito le direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE).

Per poter richiedere il rilascio di questa certificazione, un’impresa deve rivolgersi ad una di queste società, che a sua volta chiederà di esaminare dei documenti affinché possa verificare se l’impresa possieda i requisiti richiesti da parte dell’impresa contraente.

La società andrà a validare i documenti dell’impresa, in virtù degli ultimi dieci anni di attività esperiti da quest’ultima, valutando i cinque migliori esercizi. Se dalla verifica si ottiene parere positivo, la SOA rilascia l’attestazione richiesta. E' possibile anche affidare la pratica a società (come ad esempio www.soasemplice.it) che si occupano di tutto, verificando la presenza dei requisiti, raccogliendo e analizzando la documentazione fino al rilascio dell’attestato.

 

Il compenso delle SOA

Trattandosi di un servizio che andrà a migliorare l’esercizio dell’attività delle imprese che lo richiedono, per ottenere un’attestazione SOA bisogna versare un compenso alla società. Questi introiti variano in funzione dell’importo complessivo delle qualificazioni richieste nelle diverse categorie e del numero delle categorie, generali o specializzate, per le quali si chiede la qualificazione. Pur esistendo una formula generale utilizzabile dalla SOA per calcolare il compenso che le spetta, nulla comunque vieta alle SOA di chiedere al cliente fino al doppio dell’importo ricavato.

 

 

A cosa serve l’Attestazione SOA?

attestazione-soa

La richiesta di una certificazione SOA viene presentata da tutte quelle società che hanno deciso di partecipare alle gare d’appalto per l’esecuzione di lavori pubblici. In pratica questo riconoscimento qualificativo dimostra (in sede di gara) che l’impresa ha tutte “le carte in regola”, sia se esegue lei il lavoro, sia se lo affida in subappalto, per occuparsi di un lavoro pubblico con importo a base d’asta superiore a 150.000 euro. Non a caso questa Attestazione qualifica l’azienda ad appaltare lavori per categorie di opere e per classifiche di importi.

In totale la legge su queste attestazioni riconosce l’esistenza di ben cinquantadue categorie di opere suddivise in questo modo:

  • tredici sono quelle concernenti l’edilizia civile, l’edilizia industriale, lavori su fogne, strade, acquedotti, restauri e simili;

  • trentanove invece fanno riferimento ad opere specializzate, come ad esempio impianti, restauri di superfici decorate, scavi, demolizioni, arredo urbano. Ma anche, finiture tecniche, finiture in legno, in vetro e in gesso, arginature e così via.

 

Le categorie di opere e le classifiche di qualificazione

Ogni categoria di opere si lega pertanto al tipo di attività dell’azienda nonché alla tipologia dei lavori eseguiti dall’impresa durante il periodo di riferimento.

 

In totale la divisione di categorie (indicate con numero romano e con annesso importo in euro) sono dieci e sono:

  • I fino a euro 258.000

  • II fino a euro 516.000

  • III fino a euro 1.033.000

  • III bis fino a euro 1.500.000

  • IV fino a euro 2.582.000

  • IV bis fino a euro 3.500.000

  • V fino a euro 5.165.000

  • VI fino a euro 10.329.000

  • VII fino a euro 15.494.000

  • VIII oltre euro 15.494.000

 

Appartenendo ad una di queste fasce di categoria, l’impresa si abilita alla partecipazione alle gare d’appalto il cui importo rientra in quello previsto dalla fascia stessa. Ovviamente l’indicazione dell’importo dipende dalla capacità tecnica ed economica dell’impresa.

 

 

Qual è la durata di una certificazione SOA?

certificazione-soa-cosa-e.

Una volta richiesta la certificazione SOA non si esaurisce certo lì l’impegno dell’azienda, dal momento che la validità dell’attestato è  di cinque anni. Allo scattare del terzo anno dal primo rilascio, la società SOA effettua sulle aziende una verifica di mantenimento.

Doveroso evidenziare che questa regola non vale però per la categoria OS2 (Restauro e manutenzione delle superfici decorate e beni mobili di interesse storico e artistico) per la quale l’Attestazione ha validità pari a tre anni.

Almeno due mesi prima della prima scadenza triennale quindi, l’impresa viene sottoposta a questa verifica per capire se ha mantenuto fede ai requisiti riconosciuti. Invece entro novanta giorni dalla scadenza del quinquennio bisogna avviare la pratica per il rinnovo dell’Attestazione (art. 15, comma 5 e art. 15 bis del D.P.R. n. 34/2000).

Se poi l’incremento lavorativo dell’azienda ha avuto buon esito, prima della scadenza del quinto anno si può anche esperire una richiesta di aumento di importo o di estensione delle categorie. La decorrenza dei termini vale a partire dalla data del rilascio dell’ultima Attestazione.