• quotidiani

    Quotidiani

    Quotidiani: Elenco dei più venduti e letti quotidiani italiani ed esteri. Edicola virtuale dove è possibile reperire le ultime notizie su: cronaca locale, cronaca nazionale, cronaca nera o rosa, politica, economia e finanza, sport, arte e spettacolo, meteo, salute e benessere, gossip, cinema e TV ed anche necrologi.

  • Riviste

    Riviste: Elenco delle più famose riviste italiane e straniere. Informazioni su riviste maschili, femminili, scientifiche, per ragazzi, giornali di moda, gossip o sportivi.

  • Fumetti

    Fumetti: Elenco dei più famosi e venduti fumetti e manga per bambini, ragazzi ed anche adulti. Informazioni generiche per ogni testata.

  • Agenzie di stampa

    Agenzie di stampa: Elenco delle più quotate agenzie di stampa nazionali ed internazionali. Tutte le informazioni su Ansa, Reuters, AGO, ADNKronos, AGI, Italpress.

  • Rassegna stampa

    Rassegna stampa: Le prime pagine dei più letti quotidiani italiani di cronaca e politica e la rassegna dei giornali sportivi.

  • Abbonamento giornali

    Abbonamenti giornali: Abbonamenti online a quotidiani e riviste ai prezzi più bassi del web!

Abbonamenti online a RIVISTE con prezzi fino a -70%

Provincia di Caserta: le migliori  cose da vedere e da fare

 

Una delle provincie più belle e importanti della regione Campania è la provincia di Caserta. Terza provincia della Campania per numero di abitanti ha molte attrattive, prima tra tutte la Reggia di Caserta e il suo Parco e poi siti storici, parchi divertimenti e parchi acquatici, borghi medioevali, musei, siti religiosi e luoghi sacri.

 

La sua costa si affaccia sul  Golfo di Gaeta  per 45 km. E’ durante il periodo di dominazione Borbonica che furono realizzate opere di bonifica, di irrigazione e le più importanti costruzioni come la Reggia di Caserta e il suo meraviglioso Parco.

 

 

Cosa vedere a Caserta?

caserta-cosa-vedere-cosa-fare-vista-dall-alto-reggia

Cosa vedere a Caserta e provincia? Abbiamo posto la domanda agli amici di ondawebtv.it, testata giornalistica e web tv tra le più rinomate in loco.

Capoluogo di provincia, la città di Caserta offre numerose attrazioni per i turisti, ed è proprio da qui che partiremo. Sono assolutamente da vedere:

  1. la Reggia di Caserta e il suo parco;

  2. Casertavecchia;

  3. Planetario di Caserta.

 

  1. Reggia di Caserta e parco

Reggia di Caserta

caserta-cosa-vedere-cosa-fare-reggia

La Reggia, progettata dall’architetto Vanvitelli, fu voluta dal re di Napoli Carlo di Borbone  e il suo desiderio fu quello di costruire una struttura che per eleganza e grandezza potesse competere con la Reggia di Versailles. Il luogo scelto per la sua costruzione fu Caserta perché ritenuto più sicuro e nello stesso tempo vicino a Napoli, che si raggiungeva percorrendo un vialone di 15 km.

La reggia, in stile Barocco, fu terminata nel 1845 ed è composta di 1200 stanze e 1742 finestre. E’ lunga 249 metri, alta 37,83 metri  ed è decorata con dodici colonne e ha una superficie coperta di 47.000 mq. Oltre alla costruzione perimetrale rettangolare si possono vedere due corpi di fabbricato che si incrociano a forma di croce formando 4 vasti cortili. Il parco e i cortili si estendono per 10 ettari. L’interno è estremamente sfarzoso e lo scalone d’onore porta alla sala del trono, alla cappella Palatina e alle diverse stanze reali.

Nella parte occidentale della Reggia è situato il Teatro Reale di Corte vero gioiello architettonico. E’ perfettamente inserito nel Palazzo ed è una riproduzione in scala del teatro San Carlo di Napoli. Fu costruito a forma di cavallo e come per il San Carlo furono introdotte le balconate. Ha quattro ingressi di cui uno era riservato al Re, due laterali per il pubblico e il quarto, alle spalle del palcoscenico, per gli artisti.

Le decorazioni richiesero molto tempo per la loro realizzazione e rappresentano elementi celebrativi della casa regnante. Il visitatore ha l’idea di un ambiente ricco, ma nello stesso tempo intimo e raccolto. Nel 1997 la Reggia di Caserta è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

 

 

Parco della Reggia di Caserta

caserta-cosa-vedere-cosa-fare-parco-reggia

Il parco della Reggia di Caserta fu costruito rispettando l’andamento naturale del colle che si erge dietro la Reggia. I lavori iniziarono nel 1753 in concomitanza dei lavori dell’acquedotto Carolino. Le acque di tale acquedotto, scendendo dalle falde del monte Tiburno, servivano ad alimentare le fontane dei giardini reali. Infatti, grazie ad un sistema idraulico simile a quello degli acquedotti romani, il fiume artificiale alimentava le vasche e le fontane che, messe in funzione, lasciavano i visitatori incantati.

Uscendo dal palazzo si nota che i giardini si dividono in tre parti. La prima parte è formata da parterre (prati con viali rettilinei) separati da un viale centrale che conduce alla fontana Margherita. La seconda parte inizia dalla fontana Margherita e sale al ponte d’Ercole dove inizia la grande via d’acqua. La terza parte è il giardino all’inglese. Salendo lungo il Parco per 3 km si potrà godere della vista mozzafiato della Reggia in tutto il suo splendore.

Per visitare la Reggia e il suo parco occorrono circa 4 o 6  ore a seconda della completezza e accuratezza della visita.

 

Orari di visita della Reggia e del suo Parco

Gli orari per visitare gli appartamenti reali sono 8:30-19:30. Per la visita al parco gli orari di chiusura sono alle 15:30 o alle19:00 a seconda del mese in cui si effettua la visita. E’ aperta tutti i giorni ad eccezione del martedì, del 25 dicembre e del 1 gennaio.

 

 

  1. Casertavecchia

caserta-cosa-vedere-cosa-fare-casertavecchia

Il borgo di Casertavecchia è stato il centro di Caserta durante il medioevo, ma con la costruzione della Reggia il borgo perse la sua importanza anche se ha poi riacquistato interesse tanto da essere inserito nella lista dei monumenti nazionali italiani. In questo borgo tranquillo si ammirare il Duomo con la sua cupola e il suo campanile. Da vedere anche la torre dei Falchi e i ruderi del castello.

 

  1. Planetario di Caserta

Il Planetario permette di assistere a spettacoli scientifici e di storia della scienza e lo spettatore, guidato dalla voce del narratore si troverà immerso nelle immagini proiettate come se stesse viaggiando nello spazio.

 

 

  Le attrazione della provincia di Caserta che sono:

caserta-cosa-vedere-cosa-fare-vairano-patenora

  • Borgo medioevale di Vairano Patenora. E’un borgo medievale molto suggestivo e caratteristico dove si può passeggiare  costeggiando  palazzi ottocenteschi. Vale la pena  anche visitare il castello d’Avalos. E’ possibile acquistare prodotti gastronomici locali come la tipica “Sauciccia di Vairano”.

  • Belvedere Reale di San Leucio. E’ un complesso monumentale che è stato dichiarato patrimonio dell’umanita dall’UNESCO. Qui è possibile vedere gli appartamenti reali, il giardino all’italiana e il museo della Seta dove sono conservati i macchinari del settecento per la produzione della seta.

  • Acquedotto Carolino. L’acquedotto Carolino, progettato da Luigi Vanvitelli, è stato costruito non solo per portare l’acqua dalle falde del monte Taburno alla Reggia di Caserta ma anche per essere utile al popolo della città di Caserta che stava sorgendo intorno alla Reggia. L’acquedotto è quasi totalmente interrato in un tunnel scavato nella montagna ad eccezione del ponte costituito da 67 pilastri. E’ considerato una delle opere di maggiore interesse ingegneristico e architettonico del XVIII secolo.

  • Villa romana a Francolise. Vi sono gli scavi di due ville romane di cui una visitabile. Quella visitabile comprende numerose stanze ed è divisa in due parti: pars urbana e pars rustica. L’approvvigionamento idrico era assicurato da tre grosse cisterne. I pavimenti sono a mosaico costituito da tessere bianche intervallate da frammenti di pietra colorata.

  • Castello Aragonese a Calvi Risorta. Il castello è a pianta quadrata con quattro torri cilindriche. Si accede attraverso una porta arcuata che porta in due successivi cortili. Dal secondo si può salire al piano superiore dove si trovano i saloni e gli ambienti del feudatario.

  • Parco e museo del cane. E’ un parco di 70.000 mq dove gli appassionati degli amici a quattro zampe possono trovare lo spazio ideale per trascorrere  una bella giornata in loro compagnia. Anche per i figli dei visitatori sono previsti spazi appositi per il loro divertimento. Infatti una aria giochi e una aria pic-nic permetteranno loro di giocare liberi e sicuri.

  • Ecoparco del Mediterraneo. E’ una suggestiva oasi naturale che, nel rispetto dell’ambiante e della natura, è interamente dedicato al turismo sostenibile, al benessere, allo sport e al relax. Tutte le strutture del parco sono raggiungibili via acqua e quindi possono essere raggiunte con imbarcazioni, a piedi, con bici o auto elettriche. Il parco occupa una superficie di 400.000 mq di cui solo il 4% è edificato. E’ il posto ideale per trascorrere momenti felici lontano dallo stress quotidiano.

  • Chiesa della Annunziata di Marcianise. E’ una bellissima chiesa rinascimentale e la facciata è preceduta da un porticato sostenuto da cinque archi. E’ un gioiello di architettura e si divide in tre navate. Conserva numerose opere d’arte e ha il soffitto a cassettoni dorati dove è incastonata la stupenda Ascensione di Maria.

  • Museo dei gladiatori. Sorge a Santa Maria Capua Vetere vicino all’anfiteatro campano. Nelle tre sale sono state sistemate iscrizioni recanti dediche agli imperatori Adriano e Antonino Pio, un plastico che riproduce la struttura dell’anfiteatro, un allestimento che riproduce i gradini della cavea, un rilievo che raffigura un corteo di magistrati e littori che stanno per entrare nell’anfiteatro e una rappresentazione meccanica di un combattimento gladiatorio.

  • Museo delle carrozze a Santa Maria Capua Vetere. Sono presenti in questo museo un serie di carrozze ben conservate che furono utilizzate dal comando del presidio militare di Caserta. Assieme alle carrozze sono esposti carri che servivano al  trasporto degli approvvigionamenti, lo scheletro di un cavallo e vari attrezzi del maniscalco.