• quotidiani

    Quotidiani

    Quotidiani: Elenco dei più venduti e letti quotidiani italiani ed esteri. Edicola virtuale dove è possibile reperire le ultime notizie su: cronaca locale, cronaca nazionale, cronaca nera o rosa, politica, economia e finanza, sport, arte e spettacolo, meteo, salute e benessere, gossip, cinema e TV ed anche necrologi.

  • Riviste

    Riviste: Elenco delle più famose riviste italiane e straniere. Informazioni su riviste maschili, femminili, scientifiche, per ragazzi, giornali di moda, gossip o sportivi.

  • Fumetti

    Fumetti: Elenco dei più famosi e venduti fumetti e manga per bambini, ragazzi ed anche adulti. Informazioni generiche per ogni testata.

  • Agenzie di stampa

    Agenzie di stampa: Elenco delle più quotate agenzie di stampa nazionali ed internazionali. Tutte le informazioni su Ansa, Reuters, AGO, ADNKronos, AGI, Italpress.

  • Rassegna stampa

    Rassegna stampa: Le prime pagine dei più letti quotidiani italiani di cronaca e politica e la rassegna dei giornali sportivi.

  • Abbonamento giornali

    Abbonamenti giornali: Abbonamenti online a quotidiani e riviste ai prezzi più bassi del web!

Abbonamenti online a RIVISTE con prezzi fino a -70%

abbonamenti-riviste

Vivere a Milano: consigli pratici e istruzioni per l’uso

 

Il capoluogo della Lombardia, Milano, viene considerata una città piena di risorse, dal punto di vista economico ed artistico, non per questo è una delle città italiane più visitate dopo i mostri sacri di Roma e Venezia. Per tale ragione, in molti, provenienti da ogni parte d’Italia, decidono di trasferirsi nella grande metropoli andando alla ricerca di una opportunità in più per realizzarsi sia a livello lavorativo che a livello universitario, e non solo.

 

Pur trovandoci in un periodo di crisi economica a livello globale, Milano è ancora in grado di offrire una possibilità in più a chiunque. Per chi dunque abbia deciso di andare a vivere nella città lombarda, famosa per la sua movida, è arrivato il momento di svelare tutti i segreti e consigli pratici, per imparare a sfruttare ogni minima risorsa meneghina. Per la redazione di questo articolo/guida abbiamo interpellato gli amici di www.unitremilano.it, periodico online dedicato alla città di Milano.

 

 

Vivere a Milano senza spendere troppo

vivere-a-milano-guida

Chi lo dice che vivere a Milano vuol dire avere un caro vita più alto del normale? Sebbene sia una metropoli, e sebbene la quotidianità qui abbia una portata differente rispetto ad altre città, è possibile spendere il giusto rispettando il budget che si ha a disposizione.

Sono presenti ad esempio supermercati che offrono prodotti ad un prezzo concorrenziale, così come per la questione affitto si possono trovare appartamentini in periferia ad un canone più basso rispetto al centro della città. Resta comunque il fatto che il costo della vita cambia in base alla zona che si sceglie: i quartieri più prestigiosi non sono alla portata di tutti, soprattutto per chi sta appena provando a costruirsi la propria posizione in città. Il consiglio dunque è di partire dalle zone periferiche e di studiare i negozi e i supermercati del posto, per imparare a spendere il giusto.

 

Scegliere la zona di residenza

vivere-a-milano-guida-scelta-del-quartiere

Come abbiamo poc’anzi spiegato, stabilire la zona in cui risiedere è il punto di partenza per una questione economica e di budget.

Dal punto di vista dei canoni di affitto, Milano centro, diciamola, costa parecchio. Scegliere un appartamento di fronte ai monumenti oppure in prossimità dei mezzi pubblici vuol dire arrivare a spendere anche mille euro al mese (sempre in relazioni a metri quadri e a condizioni dell’immobile). A meno è difficile trovare case "decenti" in affitto.

Per questo motivo l’alternativa migliore può essere quello di scegliere zone periferiche, magari più lontanucce dal centro, ma che sicuramente costano la metà in termini di canoni di locazione. Se poi la necessità del momento spinge inevitabilmente a stare in centro, temporaneamente si può anche affittare una camera arredata, a non meno di 500 euro al mese. Parliamo di una cifra apparentemente alta, ma che in realtà include anche spese di utenze e altre varie.

Dopo aver trovato la propria stabilità economica si può dunque pensare ad una sistemazione migliore a livello economico, ma sempre ovviamente commisurata ai guadagni del proprio lavoro.

 

 

L’utilizzo dei mezzi pubblici

vivere-a-milano-guida-mezzi-pubblici

Spostarsi attraverso i mezzi pubblici è di fondamentale importanza per chi vive a Milano (soprattutto a causa delle continue interruzioni al traffico che vengono esperite dall’amministrazione locale per fare fronte al problema dello smog). Per tale ragione si dovrebbe abitare sempre in zone che siano poco distanti da stazioni autobus, metro e ferrovie, così come il posto di lavoro non dovrebbe distare più di tanto dalle fermate.

In tal senso comunque, Milano è ben organizzata. Qui si possono acquistare pacchetti in abbonamento per spostarsi senza problema con un mezzi. In fondo è questa una valida alternativa di spostamento usata molto anche dai residenti, i quali ormai usano poco e niente le loro auto.

La città meneghina è ben fornita di mezzi pubblici, di linee metropolitane e di fermate ferroviarie. Addirittura è possibile utilizzare anche il servizio di bike sharing, presente in particolare nei maggiori punti di transito cittadini.

Molto utile è l’uso del car sharing, servizio che mette a disposizione un certo numero di auto elettriche, perfetto soprattutto per chi deve percorrere tragitti più lunghi.

 

 

Vivere a Milano come studenti

vivere-a-milano-guida-studente

Studiare a Milano è il sogno di molte matricole. Anche se qualcuno considera vivere a Milano troppo dispendioso, in realtà la città offre molto lavoretti ideali per gli studenti i quali possono arrivare a guadagnare anche 900 euro mensili, per potersi mantenere in loco. Una camera con posto letto e bagno condiviso costa allo studente dai 250 ai 400 euro al mese, andando a risparmiare rispetto ai canoni di affitto per un mini appartamento.

Sempre per chi studia, l’amministrazione mette a disposizione un abbonamento ai mezzi pubblici dal costo mensile massimo di 20 euro, per consentire spostamenti facili e non troppo dispendiosi. La spesa per mangiare può essere fatta in discount e grandi supermercati, così come è possibile andare a mangiare presso ristoranti che con un prezzo fisso, permettono di ordinare una grande quantità di pietanze.

Un giovane dunque ha molte più possibilità di sfondare se decide di vivere a Milano. La carriera fatta nella città meneghina ha un valore aggiunto rispetto ad altre città. Il capoluogo lombardo infatti consente di crearsi una buona posizione, una buona rete relazionale, anche a costi contenuti.