• quotidiani

    Quotidiani

    Quotidiani: Elenco dei più venduti e letti quotidiani italiani ed esteri. Edicola virtuale dove è possibile reperire le ultime notizie su: cronaca locale, cronaca nazionale, cronaca nera o rosa, politica, economia e finanza, sport, arte e spettacolo, meteo, salute e benessere, gossip, cinema e TV ed anche necrologi.

  • Riviste

    Riviste: Elenco delle più famose riviste italiane e straniere. Informazioni su riviste maschili, femminili, scientifiche, per ragazzi, giornali di moda, gossip o sportivi.

  • Fumetti

    Fumetti: Elenco dei più famosi e venduti fumetti e manga per bambini, ragazzi ed anche adulti. Informazioni generiche per ogni testata.

  • Agenzie di stampa

    Agenzie di stampa: Elenco delle più quotate agenzie di stampa nazionali ed internazionali. Tutte le informazioni su Ansa, Reuters, AGO, ADNKronos, AGI, Italpress.

  • Rassegna stampa

    Rassegna stampa: Le prime pagine dei più letti quotidiani italiani di cronaca e politica e la rassegna dei giornali sportivi.

  • Abbonamento giornali

    Abbonamenti giornali: Abbonamenti online a quotidiani e riviste ai prezzi più bassi del web!

la Repubblica in offerta: 1 mese 1€

repubblica-offerta

Corriere Sera prezzo BOMBA!

Corriere Digital Edition - Leggi Corriere della Sera su smartphone, tablet e PC.

1 anno con Corriere a 99euro invece di 199euro

corriere-della-sera-offerta

Vivere all'estero dopo la pensione

 

Vivere all’estero dopo la pensione

pensionato-emigrato-vivere-bene

Un po’ per necessità, molto per scelta di vita, ma sono diventati tantissimi i pensionati italiani che negli ultimi anni si sono trasferiti in pianta stabile a vivere all’estero, felici e per nulla pentiti di aver abbandonato il nostro Paese cominciando un’altra vita là dove la loro pensione permette di vivere in maniera più che dignitosa e di concedersi anche quegli sfizi che invece in Italia non potrebbero permettersi.

 

 

Come trasferirsi a vivere con la pensione all’estero

vivere-allestero-con-la-pensione

Gli ultimi dati disponibili, aggiornati alla fine del 2015, parlano di una cifra di poco inferiore alle 500 mila unità di persone che hanno trasferito la loro residenza all’estero da pensionati e nel nuovo Paese incassano anche l’assegno mensile sfruttando climi più favorevoli e costi della vita più bassi.

Un fenomeno in costante ascesa, tanto che ormai esistono anche agenzie viaggi specializzate in questi tipo di spostamenti. Il problema della lingua, di culture e costumi diversi a cominciare dal cibo e dalle abitudini giornaliere sembra non essere un freno, tanto che l’INPS e gli altri Enti previdenziali italiani hanno stipulato (o stanno per farlo) accordi specifici per il trasferimento della pensione all’estero. Il procedimento in fondo è semplice: una volta scelto il nuovo Paese di residenza si compila l’apposito modulo del’Ente previdenziale e si richiede l’accredito della pensione su un conto bancario estero, indipendentemente che sia in zona Euro. Chi invece, anche se residente all’estero, è domiciliato in Italia può richiedere l’accreditamento della pensione su un conto corrente bancario o postale italiano.

 

I paesi dove conviene vivere come pensionati

vivere-alle-isole-canarie

E il trattamento fiscale di questi redditi è regolato da accordi bilaterali già sottoscritti con numerose nazioni nel mondo. Facendo degli esempi concreti, una delle mete preferite per i pensionati italiani che emigrano all’estero è la Spagna e in particolare le Isole Canarie, favorite anche da un clima mite d’inverno e caldo d’estate: la tassazione parte dal 15%, ma chi prende pensioni minime è esentato dalla dichiarazione dei redditi e ci sono bonus per chi ha figli o il coniuge a carico oltre a sgravi per l’affitto di case per gli Over 65.

In Thailandia, altro Paese amato dai pensionati italiani, bisogna dimostrare di incassare ogni mese almeno 1.500 euro oppure un estratto conto bancario di 20 mila euro. Filippine e Marocco non hanno quote fisse di ingresso, ma comunque bisogna dimostrare di disporre di un reddito, mentre nella Repubblica Dominicana la pensione deve essere almeno pari a 1.150 euro mensili e in Costarica sono sufficienti circa 750 euro. Più esigente il Brasile nel quale il reddito minimo da pensione è di circa 2.300 euro.

 

 

Portogallo e Panama, scelte vincenti

vivere-a-panama

Per chi non vuole allontanarsi molto dall’Italia, il Portogallo è la nazione ideale: basta dimostrare di essere residente non abituali, cioè vivere almeno la metà dell’anno (183 giorni) nel Paese lusitano e per dieci anni c’è l’esenzione delle tasse sulla pensione. In Bulgaria invece le tasse corrispondono solo al 10%, anche qui con una residenza parziale di almeno sei mesi l’anno. In Tunisia invece l’80% della pensione è esentasse e il resto della cifra prevede un’aliquota che va dal 15% al 35% a seconda della cifra, ma per i pensionati anche quelli italiani è prevista l’assistenza sanitaria gratuita.

Una delle mete preferite dagli italiani in pensione negli ultimi anni è diventata Panama: qui il permesso di residenza per pensionati (detto ‘Pensionado Residency Visa’) viene concesso a chi dimostra un reddito da circa 880 euro mensili, che diventano 1000 per la coppia. E una volta ottenuto, si viene parificati agli abitanti locali, con una serie di sconti importanti come il 50% sui biglietti di teatri, cinema, concerti ed eventi sportivi, dal 30% al 50% sulle tariffe degli hotel, 30% di sconto sulle tariffe degli autobus, barche e treni, 25% di sconto nei ristoranti, 20% di sconto sulle visite mediche, 15% di sconto sugli esami dentistici e oculistici e 10% di sconto sui medicinali soggetti a prescrizione.

 

Tutte le altre nazioni che richiamano i pensionati italiani

vivere-in-malesia

Altre nazioni che stanno richiamando sempre più pensionati italiani sono l’Ecuador e la Costa Rica che accomunano un clima molto favorevole ad un costo della vita decisamente basso, la Colombia che nonostante sia considerato un Paese difficile per la criminalità locale ha diverse città ideali per vivere, l’Uruguay che ha una cultura e abitudini simili all’Italia, la Malesia che nel continente asiatico insieme alla Thailandia viene considerata la migliore soluzione, Malta perché si affaccia verso l’Italia e ha un rapporto qualità-costo della vita molto alto. In conclusione del nostro lungo viaggio intorno al mondo vogliamo segnalarvi un portale dedicato alle pensioni dove potrete approfondire il topic dove andare a vivere dopo la pensione.