• quotidiani

    Quotidiani

    Quotidiani: Elenco dei più venduti e letti quotidiani italiani ed esteri. Edicola virtuale dove è possibile reperire le ultime notizie su: cronaca locale, cronaca nazionale, cronaca nera o rosa, politica, economia e finanza, sport, arte e spettacolo, meteo, salute e benessere, gossip, cinema e TV ed anche necrologi.

  • Riviste

    Riviste: Elenco delle più famose riviste italiane e straniere. Informazioni su riviste maschili, femminili, scientifiche, per ragazzi, giornali di moda, gossip o sportivi.

  • Fumetti

    Fumetti: Elenco dei più famosi e venduti fumetti e manga per bambini, ragazzi ed anche adulti. Informazioni generiche per ogni testata.

  • Agenzie di stampa

    Agenzie di stampa: Elenco delle più quotate agenzie di stampa nazionali ed internazionali. Tutte le informazioni su Ansa, Reuters, AGO, ADNKronos, AGI, Italpress.

  • Rassegna stampa

    Rassegna stampa: Le prime pagine dei più letti quotidiani italiani di cronaca e politica e la rassegna dei giornali sportivi.

  • Abbonamento giornali

    Abbonamenti giornali: Abbonamenti online a quotidiani e riviste ai prezzi più bassi del web!

Corriere Sera prezzo BOMBA!

Corriere Digital Edition - Leggi Corriere della Sera su smartphone, tablet e PC.

1 anno con Corriere a 99euro invece di 199euro

corriere-della-sera-offerta

Il boom delle università online: statistiche e informazioni sulla rivoluzione della formazione

 

universita-telematica-online

Le università online diventano sempre di più una risorsa per studenti di tutti i tipi e di tutta Italia.

Infatti, negli ultimi anni è stato possibile assistere non solo ad un moltiplicarsi dei corsi di laurea presenti online, ma anche delle relative iscrizioni, grazie alle quali tante persone che un tempo non avrebbero avuto la possibilità di frequentare un corso, oggi possono laurearsi o prendere un master in tutta tranquillità.

Questo accade per tanti atenei, da Pegaso a Unicusano, passando per le università statali che offrono quelli che sono singoli corsi, o percorsi completi per la formazione online.

Ecco tutte le rilevazioni che fanno ben sperare in merito al futuro dell’università telematica.

 

 

Università online, il trend positivo confermato dal MIUR

universita-telematica-guida

I dati relativi alle iscrizioni per le università online vengono rilevati ogni anno dal MIUR che, anche per lo scorso anno accademico, ha potuto confermare un trend in aumento.

In particolare, a partire dal gennaio 2016, sino al gennaio 2017, è stato già possibile rilevare quanto i dati siano confortanti per chi voglia seguire un percorso di istruzione direttamente online.

Alcune università, soprattutto quelle che sono attive da più anni hanno potuto vedere nel periodo considerato un aumento del 111% degli iscritti rispetto all’anno precedente.

Se questi risultati strabilianti possono riguardare solo alcuni atenei, anche tutti gli altri, che offrono corsi di laurea online e master, hanno potuto registrare risultati in aumento, che sono andati dal 4% sino al 70% per gli iscritti sempre nel periodo intercorrente dal gennaio 2016 al gennaio 2017.

Oltre a quelle che sono le percentuali di aumento nelle iscrizioni, si sono registrati anche i dati numerici riferiti agli immatricolati.

In generale, si è assistito ad un aumento dei soggetti che hanno deciso di intraprendere il primo anno di università, sia a livello telematico, sia dal punto di vista dei corsi tradizionali.

Infatti, sempre tra il 2016 e il 2017 si sono registrati 283.414 nuovi iscritti alle università italiane, contro i 217.119 iscritti dell’anno precedente: un aumento rilevante, soprattutto se si pensa al fatto per il quale molti sembrano non credere più nella necessità di un’istruzione universitaria che, invece, può formare i lavoratori del futuro in modo specifico.

Le università che il MIUR ha considerato per il periodo indicato sono state in tutto 90: 62 statali, 10 università telematiche e 18 atenei non statali o, comunque, privati.

 

 

Il ruolo delle università telematiche

universita-telematica-italia

Anche l’Istat si è più volte occupato di rilevare i dati riferiti all’istruzione universitaria e al completamento dei diversi corsi da parte di chi vi si iscriva.

Secondo le rilevazioni più recenti, nei casi migliori solo il 33 percento degli iscritti arriva a completare o una laurea triennale, oppure una laurea specialistica.

Questo sia per le difficoltà che possono riguardare il momento in cui si scelga il proprio percorso di studi, sia per i problemi che si possono presentare nel momento in cui sia necessario organizzare la propria vita in relazione alla formazione.

Ecco che, quindi, il ruolo delle università telematiche diventa sempre più importante anche per il nostro Paese, nel quale tanti giovani cercano subito un lavoro per non rimanere alle dipendenze dei propri genitori.

Coniugare, però, l’attività lavorativa con la necessità di portare avanti il percorso di studi può non essere per nulla semplice ed è qui che intervengono le università telematiche, e i corsi offerti online anche dalle università tradizionali.

Infatti, grazie a questo tipo di organizzazione, lo studente avrà la possibilità sia di lavorare sia di seguire i corsi, potendo visionare le lezioni nel momento in cui avrà tempo, e potendo preparare i propri esami seguendo un ritmo diverso rispetto a quello imposto ai normali frequentanti di un ateneo.

Anche chi non abbia la possibilità di spostarsi potrà, in questo caso, avere comunque l’opportunità per seguire un corso di laurea.

Infatti, non tutti possono permettersi lunghi viaggi ogni giorno, oppure il pagamento di un affitto come studenti fuorisede.

Anche sotto questi profili, quindi, l’università telematica può diventare la risorsa migliore.

I dati più confortanti in merito all’utilizzo delle università telematiche, infatti, provengono proprio dalle città che vedono spesso maggiori difficoltà sia nello spostamento, sia nell’affitto, in quanto costose, come Roma e Milano, oppure perché molto ambite, come Perugia.

Infine, i dati più interessanti per quanto riguarda le università telematiche sono costituiti dalle caratteristiche degli studenti.

La maggior parte di loro, infatti, ha un’età compresa tra i 22 e i 40 anni, il che indica una voglia di formarsi anche dopo molti anni dal diploma, e magari dopo alcuni anni di lavoro.

E se il costo delle università online può sembrare in apparenza più alto, bisognerà anche ricordare come uno studente “telematico” pagherà solamente la retta di iscrizione, mentre non dovrà spendere per il trasporto, per i libri e per tutti i pasti richiesti a chi frequenti l’università ogni giorno.